Spazio
home | contatti | newsletter | cerca nel sito | mappa | download Spazio


Mappa interrativa
Guide turistiche
Luoghi di interesse
Numeri utili
Galleria multimediale
Unique Rolex watch replica watches dial, making the watch easier to identify, read replica watches more easily. The hour markers are made in 18ct gold with a replica watches uk long shine. Rolex designed and set up rolex replica factories in the manufacture of each Rolex dial, most of which are carried out by hand, the power of perfect.
Dove dormire ad Alberobello Dove mangiare ad Alberobello Mappa interrativa di Alberobello Guide turistiche Itinerari in Alberobello Recapiti Utili Galleria multimediale
espandi/chiudi menu
Home pageAlberobello, trulli, storia e numeri utiliMonumenti, musei e itinerari turisticiDove dormire, dove mangiare, guide turistiche, tutto per l'autoEventi e manifestazioni turisticheArte, tradizioni, folklore, musica e sportAttività commerciali ed artigianaliNewsletter, galleria multimediale, e-card, links e le vostre foto
Area Alberobello


TrulliInAffitto.it
Trulli in affitto Alberobello


Trulli in affitto Alberobello


Trullo Alberobello Trullo in affitto centro Alberobello
Trullo in centro Alberobello


Home page  Area Alberobello  Redenzione selva
Stampa la pagina   Segnalazione della pagina

Storia di Alberobello

Indice:
1. Origini 5. I disagi dei selvesi
2. I feudatari 6. Sete di libertà
3. Le prime abitazioni 7. Redenzione della selva
4. La prima cappella 8. Alberobello
5. Il Guercio di Puglia  

(Tratto dal libro: “Alberobello, la città dei trulli” del Prof. Gino Angiulli )

Redenzione della selva dal giogo feudale

Nella primavera di quell’anno Ferdinando IV aveva intrapreso un viaggio nelle Puglie in occasione delle nozze di suo figlio Francesco I, Duca di Calabria, con Maria Clementina d’Austria. Altro scopo del viaggio era quello di consolidare la monarchia borbonica terribilmente scossa dai moti della Rivoluzione Francese. Arrivò a Taranto il 9 maggio 1797 e trovavasi ospite nella villa dell’Arcivescovo Capecelatro quando gli si presentò una deputazione di « Selvesi ».
Ad insaputa del Conte di Conversano Giulio Antonio Acquaviva, sette « Selvesi »: quattro sacerdoti, due medici ed un capomastro, decisi a tutto osare, si recarono notte tempo a Taranto, trovarono rifugio nella casa di Don Vito Onofrio Lippolis e tramite la raccomandazione di un certo Cav. Galeota, ricco signore di Taranto, ottennero la presentazione ufficiale al Re.
Viva curiosità e simpatia svegliarono nell’animo del Re quei sette supplicanti che chiedevano grazia per tremila e cinquecento suoi sudditi sepolti in una selva, schiavi ai voleri di un signore, senza giudice, senza governo, senza legge. Il Re accolse la supplica e promise il Decreto Regio. Difatti ordinò subito alla Regia Camera la numerazione dei « fuochi » e il disbrigo delle pratiche occorrenti. Ed a Foggia, dove egli sostò essendo ancora in viaggio, il 27 maggio firmò il decreto con cui si liberava la Selva dalla schiavitù feudale e la si elevava a CITTA’ REGIA.
Il Conte Giulio Antonio Acquaviva, sorpreso ed incollerito, tentò di produrre ricorso contro la regia concessione, protestando la sua eccessiva benevolenza verso i « Selvesi », ma non ne ottenne nulla. Così cessarono di colpo le angherie baronali, i soprusi, gli arbitrii e il divieto della costruzione a calce.

Argomenti correlati
Presentazione della Capitale dei Trulli
I Trulli di Alberobello
Collegamenti esterni
//

Torna inizio pagina inizio pagina

Trulli Alberobello B&B case vacanze trulli in affitto con acqua park ad Alberobello

Siti internet a basso costo Alberobello Bari Puglia www.to-web.it

Prodotti tipici pugliesi

Area Sosta Alberobello



Copyright©2009 tuttoAlberobello.it - Alberto Rossini Editore - P.IVA: IT01089120537
Privacy Policy - Informativa cookies

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

nike pegasus uomo nike scarpe calcio nike air max 90 uomo nike 5.0 uomo air max scarpe